Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Torna il treno a Selinunte

La R 302 028 alla testa di un treno speciale nei pressi dell’area archeologica di Selinunte, sulla Castelvetrano-Porto Empedocle. (Giugno 1976; foto Bernhard Studer / tuttoTreno)

L’Associazione TRENO D.O.C. ha sottoscritto il 23 aprile scorso un protocollo d’intesa con il Comune di Castelvetrano per la realizzazione del progetto di ritorno dell’esercizio ferroviario a scopo esclusivamente turistico, con rotabili storici, sulla linea a scartamento ridotto da Castelvetrano a Selinunte sino alla Foce del Belìce, per una lunghezza di 15 chilometri. In tale documento l’Amministrazione del Comune di Castelvetrano designa l’Associazione quale referente per quanto riguarda la definizione dei caratteri storico-filologici dell’intervento e degli aspetti tecnici. Nel corso dello stesso incontro, l’Ing. Taddeo, responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale, ha ufficialmente comunicato che il Comune di Castelvetrano ha inserito nel Piano Integrato di Sviluppo Territoriale della Coalizione Asse del Belìce il progetto di riattivazione di un primo tratto della linea.

La ex fermata di Cava Belice, sulla Castelvetrano-Porto Empedocle, tra la stazione di Selinunte e il ponte sul fiume Belice alla pkm 15+685. (24/11/2006; © Mario Silvestri / tuttoTreno)

É stato inoltre precisato che il Comune intende questo intervento come primo lotto funzionale del progetto sopra richiamato, condividendo l’idea guida di proporre il mezzo ferroviario, per di più di valore storico, come la più adeguata modalità, dal punto di vista della compatibilità ambientale, per raggiungere la Riserva Naturale Orientata della Foce del Belìce.

Il ponte sul fiume Belice – pkm 15+685 della Castelvetrano-Porto Empedocle – in prossimità del quale verrà creato il capolinea della tratta turistica.(24/11/2006; © Mario Silvestri / tuttoTreno)

In forza del protocollo appena ufficializzato, l’Associazione fornirà tutta la propria assistenza per la redazione del primo stralcio relativo al progetto di ritorno dell’esercizio ferroviario a scopo esclusivamente turistico sulla linea a scartamento ridotto dalla stazione di Selinunte sino alla Foce del Belìce (lunghezza 2,6 km circa), in prossimità del ponte metallico a via inferiore sull’omonimo fiumeSi tratta di un primo evidente risultato che dà concretezza all’attività di sensibilizzazione ai vari livelli che TRENO D.O.C. ha messo in campo negli ultimi tre anni per il raggiungimento di un impegnativo obiettivo, verificando preliminarmente con i rappresentanti del Gruppo FS la possibilità di perseguire concretamente il recupero dei superstiti rotabili a scartamento ridotto e di un tratto di linea, ed incontrando quindi i rappresentanti delle istituzioni locali che a vario titolo possono essere produttivamente coinvolti. A tal fine, sono stati avviati contatti con l’Assessorato Regionale al Turismo e Trasporti, con l’Assessorato Regionale ai Beni Culturali, con la Provincia di Trapani, con le Amministrazioni Comunali di Palermo, Sciacca e Castelvetrano.
L’Amministrazione del Comune di Castelvetrano ed in particolare il Sindaco Dott. Gianni Pompeo ha subito dimostrato grande sensibilità ed interesse verso il progetto esposto dall’Associazione TRENO D.O.C., la quale ritiene che la realizzazione del recupero della linea da Selinunte alla Foce del Belìce, unitamente al recupero delle RALn 60, costituirà un evento culturale di rilevanza europea e darà evidenza della validità del progetto di recupero dell’intera tratta da Castelvetrano alla Foce del Belìce, mettendo inoltre le basi per ulteriori auspicabili sviluppi.

Rifornitore d’acqua sulla Castelvetrano-Porto Empedocle, tra le progressive km 15+000 e 15+685 nei pressi di Selinunte. (24/11/2006; © Mario Silvestri / tuttoTreno)
Uno scorcio della tratta della Castelvetrano-Porto Empedocle tra le progressive km 15+000 e 15+685 nei pressi di Selinunte. (24/11/2006; © Mario Silvestri / tuttoTreno)
L’Orario della Castevetrano-Porto Empedocle del 1º settembre 1940: dalla stazione di Magazzolo aveva inizio la linea per Lercara Bassa, chiusa nel 1959. (Archivio Mario Silvestri / Tuttotreno)
 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO N. 128
EUR 6.90
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 320 - Luglio/Agosto 2017
EUR 10.90
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale