Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Assessore Veneto Chisso su servizi Ferroviari DB-ÖBB-Le Nord

La E 190 014LN delle օBB alla testa dell'invio a vuoto 26051 da Verona Porta Nuova a Venezia Santa Lucia. (12/12/2010; © Marco Bruzzo / tuttoTreno)
La E 190 014LN delle օBB alla testa dell’invio a vuoto 26051 da Verona Porta Nuova a Venezia Santa Lucia. (12/12/2010; © Marco Bruzzo / tuttoTreno)

Finchè non ci sono implicazioni negative sulla programmazione ferroviaria regionale e sui relativi tempi di percorrenza, per quanto mi riguarda ritengo che la richiesta di poter effettuare fermate intermedie avanzata dal consorzio DB – OBB – Le Nord non ha per il Veneto controindicazioni”. Lo ha affermato l’assessore alle politiche della mobilità del Veneto Renato Chisso, commentando la diatriba in atto tra il consorzio italo – austro – tedesco e Trenitalia, che attualmente si traduce nel fatto che i servizi ferroviari EuroCity svolti da DB – OBB – Le Nord in Italia possono fermare solo nelle stazioni di origine e destinazione, con l’eccezione del nodo di scambio di Verona, e quindi a Venezia, Bologna e Milano.

Come Regione – ha aggiunto Chisso – so bene che non abbiamo competenza sui servizi ferroviari a lunga percorrenza, ma nello stesso tempo abbiamo a cuore la nostra clientela e anche le norme europee. Il consorzio svolge un numero di servizi limitato e nello stesso tempo applica tariffe competitive, che potrebbero interessare ad una clientela veneta che potremmo definire ‘pendolare di lunga percorrenza’ o occasionale, che non influisce sui contratti del servizio pubblico regionale, stipulati a catalogo. In definitiva – conclude Chisso – accordare le fermate richieste amplierebbe l’offerta per gli utenti del Veneto e, tra l’altro, consentirebbe il concreto avvio alla liberalizzazione del mercato almeno per questo tipo di servizi. Ho pertanto chiesto al presidente Luca Zaia di formalizzare questa posizione al Ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli”. Fonte Ufficio Stampa Regione Veneto



 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Fascicolo Locomotive Trifase
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 322 - Ottobre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO Modellismo N. 71 - Settembre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO N. 321 - Settembre 2017
EUR 9.80
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale