Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

E 646 028 restaurata dall’ATSP

La E 646 028 dopo il restauro da parte dei volontari dell'associazione pugliese. (foto ATSP / tuttoTreno)
La E 646 028 dopo il restauro da parte dei volontari dell’associazione pugliese. (foto ATSP / tuttoTreno)

Debutto lunedì 21 marzo con un treno Taranto–Bari–Brindisi e ritorno per la locomotiva E 646 028 restaurata dall’ATSP in livrea fine anni Sessanta. Lo staff storico-tecnico dell’ATSP, consapevole dell’importanza del gruppo E 646 nel panorama dei rotabili FS postbellici che ha segnato il rilancio delle Ferrovie dello Stato, ha deciso l’anno scorso di procedere la restauro originale dell’unità 028 operando un lavoro per riportarla al suo antico splendore. Tenuto conto di tutte le difficoltà legate al reperimento dei materiali originali, alle esecuzioni dei lavori e delle maestranze ed infine dei costi, tutti a carico dell’Associazione, venne deciso che i lavori di restauro avrebbero riportato la E 646 028 allo stato in cui era tra il 1966 e il 1968 per riportarla al periodo in cui era considerata una locomotiva “di lusso” per il peso che ebbe nella trazione dei più importanti treni dell’epoca, derivante anche dalla sua eccezionale potenza continuativa e per i colori originali dei treni di prestigio. Dopo lo spostamento in fondo al binario 13, dell’area assegnata ai rotabili storici di Taranto, hanno inizio i lavori veri e propri da parte dei soci dell’ATSP abilitati ai lavori sui rotabili ovvero Oreste Serrano, Antonio Olivieri, Gino Pavese, Luigi Sudoso, Antonio Altamura e Salvatore Leone. Questo staff tecnico è stato poi supportato da altri numerosi soci che hanno contribuito in maniera diversa all’opera di ricostruzione e restauro del rotabile. I lavori hanno avuto inizioa a fine maggio 2010, subito dopo il restauro della D 443 1030 entrato in servizio storico il 6 giugno con il primo treno dell’Archeologia, e si sono protratti per dieci mesi. Per questo risultato si sono dovuti sopprimere tutte le strutture del servizio a navetta che non avevano più nessuna ragione d’essere, e ripristinare ciò che è stato tolto o modificato. Ovviamente sono rimaste tutte quelle migliorie tecniche di avanguardia che nel corso degli anni le sono state aggiunte tra cui l’SCMT. L’operazione è stata possibile anche grazie all’accantonamento, in attesa di demolizione a Taranto, della E 645 001 che ha fornito alla 028 tutti i finestrini delle casse, prese ad orecchia e tante altre parti. Per comodità del lettore a parte è inserita la scheda delle modifiche apportate dalle maestranze dell’ATSP. Il risultato ottenuto premia il duro lavoro dei soci: la E 646 028 diventa il fiore all’occhiello della DTR Puglia, da diverso tempo attenta alla storia della Ferrovia sul proprio territorio in attrsa del prossimo obiettivo: una locomotiva a vapore. A cura di ATSP

Scheda dei lavori (tempo calcolato per difetto)

1. smontaggio dalla E 645 001 di otto finestre laterali cassa, con taglio di lamiera h 50
2. smontaggio dalla E 645 001 e da E 424 di prese ad orecchia e di altrettanti cellette posteriori h 20
3. smontaggio dalla E 645 001 di due griglie prese d’aria reostati h 10
4. smontaggio targhe
5. recupero da E 645 001 e da E 646 di 8 sabbiere tutte destre. Taglio di 4 sabbiere per inversione lamiere per renderle sinistre h 50
6. recupero di due pannelli comando cabine guida aria condizionata h 1
7. recupero da loc.demolendi di 12 cestini per filtro di areazione; puliti e risagomati,oltre che verniciati in antiruggine e isabella h 30
8. spellicolatura totale della cassa; molto onerosa nella pellicola bianca e pulitura della colla con solvente h 58
9. smontaggio delle griglie di areazione superiore cassa; taglio delle cerniere e levigatura h 20
10. smontaggio di due griglie di areazione ventole compressore aria, lato corridoio h 1
11. taglio della lamiera della locom. per 10 prese ad orecchia lato corridoio, compreso il taglio orizzontale per uscita gocciolatoio cestello interno h 10
12. saldatura di 10 cestelli filtro interno corridoio h 20
13. eliminazione delle 4 piastre per sollevamento semicasse h 4
14. esecuzione ad una Ditta di Roma per numeri in rilievo frontali
15. esecuzione ad una ditta di Roma per scritte
16. ordinazione delle bande di alluminio e dei dischi di alluminio
17. taglio di 4 dischi di alluminio spessi 5 mm
18. taglio da E 645 001 di 16 boccioli per fermagriglie vetri frontali e saldatura delle stesse su E 646 028 h 5
19. taglio di 2 portabandiera da E 443 demolendo, e saldatura su frontali locomotiva h 4
20. saldatura di 7 finestrini laterali al posto delle griglie e riempimento con lastre di ferro da 2 mm le parti vuote. Operazione molto complessa di rifinitura e taglio h 150 minimo due persone
21. impianto pneumatico: eliminazione delle serpentine sul tetto per raffreddamento aria compressori. Intercettazione delle condotte aggiuntive per convoglio aria sul tetto e messo tappo; con chiusura lastra di ferro sul tetto e saldatura h 20
22. eliminazione dei due bocchettoni del telecomando ad 82 poli e levigatura con fiamma ossidrica della piastra sul pancone h 10
23. costruzione di due tappi per cavi del telecomando e messa in opera h 2
24. pulizia cabina AT h 10
25. ripristino dei due gocciolatoi sui due frontali e modellatura dopo eliminazione del vecchio gocciolatoio h 20
26. verniciatura in antiruggine della cassa h 20
27. verniciatura della locomotiva con sottofondo h 20
28. verniciatura in rosso segnale dei pantografi h 5
29. verniciatura delle lamiere zincate con sottofondo specifico h 1
30. smontaggio di tutte la strumentazione delle cabine per pulizia e verniciatura; sostituzione di parti difettose e corrose prelevate da demolendi h 30
31. smontaggio di tutte e 8 le griglie del pavimento cabine e dei recipienti sporcizie; pulitura e verniciatura ; lucidatura delle griglie di alluminio h 20
32. verniciatura in isabella delle cabine di guida h 20
33. verniciatura in isabella del corridoio h 5
34. verniciatura in grigio perla dell’imperiale h 10

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO N. 128
EUR 6.90
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 320 - Luglio/Agosto 2017
EUR 10.90
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale