Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Alto Adige: trasporto pubblico locale in crescita

L'ATR 100 002 della SAD in servizio tra Merano e Malles. (Rablà, 13/04/2011; foto Marco Bruzzo / tuttoTreno)
L’ATR 100 002 della SAD in servizio tra Merano e Malles. (Rablà, 13/04/2011; foto Marco Bruzzo / tuttoTreno)

È sempre più positivo il trend del servizio di trasporto pubblico locale in Provincia di Bolzano. La conferma arriva dai dati relativi alla primavera di quest’anno, che hanno fatto registrare un +7% di passeggeri per i bus extraurbani e un +13% per i treni. “Ciò dimostra” commenta l’assessore alla mobilità Thomas Widmann “che la nostra offerta è sempre più apprezzata, e che sempre più persone si muovono con i mezzi pubblici”.
“La strategia portata avanti in questi ultimi anni” prosegue Widmann “sta dando i frutti sperati: la chiave del successo è puntare sull’ampliamento della rete e sulla modernizzazione del parco mezzi”. Per quanto riguarda gli autobus extraurbani, nel mese di maggio le obliterazioni sono state 774mila, 50mila in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.
“Ma il numero dei passeggeri reali” aggiunge l’assessore “è decisamente più elevato, perché non vengono calcolati gli Abo+ di scolari e studenti e gli Abo 60+, per i quali non è prevista l’obliterazione”.
La crescita degli utenti delle linee extraurbane è diffusa su tutto il territorio, con i risultati migliori raggiunti in Alta Val Venosta, nella zona di Merano, in Bassa Atesina, nell’Oltradige, in Val Pusteria, in Val d’Isarco e anche nella conca di Bolzano, dove il numero dei passeggeri è in costante aumento da due anni a questa parte.
Ancora più rosea la situazione per quanto riguarda il trasporto ferroviario, con 385.700 obliterazioni durante il mese di maggio. Il balzo in avanti più significativo lo fa registrare la linea della Val Pusteria, con un +38%: se a maggio 2010 le obliterazioni erano state 24.800, dodici mesi più tardi sono salite a 34.300.
Dati positivi anche per la linea Bolzano-Merano con il +11% (da 29mila a 43mila) e per la linea del Brennero (+7%) che ha raggiunto quota 214mila obliterazioni. Impossibile, infine, fare un raffronto con il maggio dell’anno passato per la linea della Val Venosta, che 12 mesi fa era ancora parzialmente interrotta per l’incidente di Laces. In ogni caso, le 65mila obliterazioni dell’ultimo mese si collocano sullo stesso livello del dato di due anni fa.
“Questi numeri” conclude l’assessore Thomas Widmann “ci dicono che si sta imponendo una nuova cultura della mobilità: sia fra i turisti che fra gli altoatesini. Il merito è anche dell’ottima collaborazione fra la Provincia, i Comuni, le Associazioni turistiche ed i rappresentanti dei pendolari, le cui indicazioni ci permettono di adeguare e migliorare costantemente l’offerta del servizio di trasporto pubblico.
Per il prossimo futuro, oltre all’introduzione del nuovo sistema tariffario contactless previsto dall’abbonamento Alto Adige, le priorità saranno il progetto per la mobilità nell’Oltradige e l’ulteriore ampliamento della rete dal punto di vista qualitativo tramite l’acquisto di nuovi mezzi moderni ed il miglioramento del servizio di informazioni”. Fonte Provincia Bolzano

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO N. 128
EUR 6.90
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 320 - Luglio/Agosto 2017
EUR 10.90
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale