Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Napoli Centrale ha cambiato volto

Oltre 40 esercizi commerciali, 14 ore di apertura (dalle 8 alle 22), 365 giorni l’anno, oltre 50 milioni di euro di investimento, eventi e spettacoli fino Natale per 12 giorni: questi i numeri della Stazione di Napoli Centrale che Fabio Battaggia, Amministratore Delegato di Grandi Stazioni, ha presentato oggi alla presenza dell’Assessore Regionale ai Trasporti Sergio Vetrella, dal vicepresidente della Provincia di Napoli Gennaro Ferrara e dall’Assessore Comunale ai Trasporti Anna Donati. I lavori di Napoli Centrale sono il primo importante passo verso la riqualificazione di tutta l’area che avverrà con la realizzazione del progetto dell’architetto Perrault per la ridefinizione di Piazza Garibaldi. Le opere eseguite a Napoli Centrale hanno portato ad una completa trasformazione degli ambienti e degli spazi di stazione ed hanno reso possibile uno straordinario sviluppo dell’offerta di servizi. Le recenti aperture di nuovi spazi commerciali hanno raggiunto livelli di eccellenza, per varietà, per livello qualitativo dei brand e per numerosità: oggi la Stazione Centrale rappresenta una delle realtà più vive e promettenti nel panorama cittadino. Anche i servizi per il viaggio – dalla biglietteria al nuovo Freccia Club, dal deposito bagagli alla toilette – hanno subito radicali trasformazioni e hanno trasformato Napoli Centrale in una tra le più belle e funzionali stazioni in Italia. L’offerta commerciale e di servizi è già ricca e poliedrica: dall’abbigliamento femminile all’intimo maschile, dalle profumeria all’ottico, librerie, elettronica ed elettrodomestici; nei prossimi mesi altri punti vendita saranno operativi, fino al completamento delle 60 aperture previsto entro la fine del prossimo anno. “La Stazione Centrale di Napoli vuole diventare il nuovo salotto della città.”, ha dichiarato Fabio Battaggia, Amministratore Delegato di Grandi Stazioni, “I servizi offerti, l’orario di apertura dei negozi, la qualità dei marchi e gli eventi proposti, rendono la stazione un luogo unico per i cittadini e lo spazio ideale per accogliere gli oltre 50 milioni di viaggiatori che ogni anno la frequentano con un’offerta completa, a 360 gradi. E ci piace pensare che in un momento storico come questo la stazione centrale di Napoli rappresenti anche oltre 300 nuovi posti di lavoro e nuovo sviluppo per la città.” Non solo negozi nella nuova Stazione, ma anche ristorazione per tutte le esigenze: dal panino “mordi e fuggi” al pasto sfizioso, con particolare attenzione alle delicatezze tipiche della gastronomia partenopea. Inoltre nel periodo natalizio sarà facile e piacevole esaudire tutti i desideri, senza ridursi alle corse dell’ultimo minuto, e concedersi anche un momento di relax con gli appuntamenti che dal 12 al 23 dicembre renderanno la Stazione Centrale il cuore del Natale a Napoli: musica, cabaret, comici e la casa di Babbo Natale per bambini, in un palco appositamente allestito nell’atrio. Il tutto sotto l’occhio discreto e attento del sistema di videosorveglianza, delle forze dell’ordine e della guardiania privata per garantire sicurezza ed efficienza per la stazione del terzo millennio. Nel giorno della presentazione, per entrare subito nell’atmosfera di festa, Grandi Stazioni ha offerto alla città di Napoli lo spettacolo “Made in Sud Show” condotto dal duo Gigi e Ross e Fatima. Alcuni dati Con circa 137 mila frequentatori giornalieri e 50 milioni l’anno, Napoli Centrale è un nodo di interscambio di vitale importanza per l’intero sistema ferroviario nazionale. Nell’agosto 2010, dopo 5 anni di lavori è stata conclusa l’importante opera di riqualificazione della Stazione di Napoli Centrale. I lavori di ristrutturazione, con un investimento di oltre 50 milioni di Euro, hanno interessato oltre 29.000 mq di superfici. Riqualificazione e valorizzazione La Stazione è stata interessata da un punto di vista architettonico, impiantistico e funzionale: la riorganizzazione delle percorrenzepedonali interne è stata condotta contestualmente allo sviluppo delle aree destinate ad accogliere una numerosa e variegata offerta di servizi ferroviari, commerciali e di ristorazione di qualità, dedicati ai viaggiatori e alla città intera. Per il miglioramento della mobilità interna di stazione e per il superamento delle barriere architettoniche sono stati realizzati 5 ascensori che connettono le varie quote di stazione. E’ stato realizzato il nuovo sistema di informazione al pubblico (sistema di segnaletica fissa e variabile). Sono state create ex novo 2 scale per l’accesso alla stazione dall’esterno e sono state ristrutturate tutte le scale esistenti. In totale sono state installate 11 nuove scale mobili.

Gli interventi nel dettaglio:

- nell’atrio sono state demolite le vecchie strutture che ospitavano la biglietteria, il deposito bagagli e la banca; è stato costruito un corpo

- denominato “diamante” – che ospita i principali servizi per il viaggio. – una consistente parte delle vetrate è stata sostituita con quasi 2.500 m2 di nuovi vetri montati con una struttura a “ragno”, che conferiscono continuità e maggior luce naturale. I pavimenti in gomma nera sono stati sostituiti con nuove pavimentazioni chiare che contribuiscono ad aumentare la luminosità e la spazialità di tutto l’ambiente.

- tre nuove scale circolari accedono ai mezzanini: nuove strutture in acciaio e cristallo che ospiteranno servizi e attività commerciali. Il collegamento al nuovo mezzanino lato Corso Lucci è assicurato anche da una scala fissa e da due dei nuovi ascensori.

- in tutto l’ambito è assicurata una capillare informazione al pubblico grazie ai nuovi tabelloni informativi a led e ai nuovi tele indicatori.

- nuova illuminazione, nuovi impianti, pavimentazione, segnaletica e sicurezza, hanno profondamente trasformato la galleria di accesso alla stazione di Piazza Garibaldi e alla Stazione della Circumvesuviana. E’ stata migliorata l’accessibilità a questi spazi, interessati da notevoli flussi di passaggio, grazie alla creazione di due nuovi gruppi scale. Gli spazi commerciali e di servizio contribuiscono ad una diversa fruizione della stazione e rendono questo spazio il cuore di Napoli Centrale.

- per rendere più gradevole e sicura l’attesa e lo scambio fra i treni sono state installate 136 nuove comode sedute (prima erano 32), sono state sostituite le pensiline di copertura di testata binari con una nuova struttura in acciaio inox e vetro ed è stato posto in opera un nuovo sistema di illuminazione.

- è stato completamente demolito e ricostruito l’edificio prospiciente Corso Lucci che oggi ospita una moderna e funzionante centrale termo-frigorifera. Nel corso delle attività è stata inoltre realizzato un nuovo allaccio alla rete idrica cittadina.

- nella riqualificazione della copertura dell’edificio di Stazione sono stati sostituiti circa 100 infissi delle cappuccine, che assolvono anche alla funzione di evacuazione fumi, ed è stata completamente ripristinata la sua impermeabilizzazione.

- nella Stazione Sotterranea di Piazza Garibaldi sono stati riqualificati tutti i gruppi scale (lato Stazione Centrale), in particolare le scale a servizio dei marciapiedi dei binari 1 e 4 hanno una rampante fissa e due scale mobili, mentre per il marciapiede a servizio dei binari 2 e 3, si è sostituita la scala mobile esistente ed è stata rivista la finitura della scala fissa. Entro l’anno entreranno completamente in esercizio 2 ascensori a servizio pubblico (anche per diversamente abili) che collegano l’atrio di stazione con le quote sottostanti, fino ai marciapiedi della stazione di Piazza Garibaldi.

- le ristrutturazioni hanno interessato anche le aree destinate ad accogliere la Cappella di Stazione. – per quel che riguarda i servizi più propriamente ferroviari sono stati realizzati nuovi spazi dedicati ad accogliere la biglietteria Trenitalia, il moderno ed accogliente Freccia Club, i servizi di Assistenza alla Clientela ed il Punto Blu.

- per migliorare e rendere più efficace l’informazione al pubblico sugli arrivi e partenze sono state installate e cablate nuove fasce di comunicazione (sia al piano binari che al piano sottostante), inseriti nuovi tele-indicatori (sia per i marciapiedi di Napoli Centrale che per quelli di Piazza Garibaldi) e nuovi Totem segnaletici ubicati in vari punti della stazione. E’ stata inoltre installata la nuova segnaletica fissa di stazione.

- per la sicurezza è stato attivato in stazione un programma di sviluppo dei sistemi di sicurezza, che si affianca in maniera coordinata all’azione delle Forze dell’Ordine. Questo programma prevede l’implementazione del sistema di videosorveglianza, già in uso alla Polizia Ferroviaria, mediante la realizzazione di impianti antintrusione, impianti di controllo accessi e impianti di rilevazione incendi. Tutti gli impianti, che sono in avanzata fase di realizzazione, sono attestati presso la control room che è monitorata ininterrottamente. Grandi Stazioni ha inoltre attivato un servizio di vigilanza privata nelle aree di stazione che, in sinergia con la Polizia Ferroviaria e le altre Strutture competenti del Gruppo FS, contribuisce ad assicurare il decoro, la vivibilità e la sicurezza delle aree del complesso immobiliare. Sono impiegate 5 risorse per ogni turno nelle ore diurne e 4 risorse per turno nelle ore notturne, coordinate dalla control room.

I lavori effettuati in numeri

• 2.226.000 kg di acciaio utilizzato per carpenteria, pali e micropali

• 100 km di cavi elettrici

• 3.000 nuovi corpi illuminanti

• 16.500 mq di pavimenti

• 5.000 mq di pavimentazione esterna in pietra lavica

• 2.300 mq di marmi

• 24.500 mq di intonaci

• 15.000 mq di controsoffitti

• 2.138 mq di vetrate esterne

• 3.750 mq di vetrine

• 11 scale mobili

• 7 ascensori (di cui 3 ad uso interno e 4 ad uso pubblico)

• Oltre 50 imprese coinvolte, con una media di 80/100 operai al giorno

Fonte FSItaliane


 

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Fascicolo Locomotive Trifase
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 322 - Ottobre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO Modellismo N. 71 - Settembre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO N. 321 - Settembre 2017
EUR 9.80
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale