Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Cani & treni

Roma, 20 luglio 2012 – Siglato questa mattina, a bordo di un Frecciarossa, l’accordo quadro tra Trenitalia e la Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente – che riunisce tutte le principali organizzazioni nazionali animaliste e ambientaliste – per promuovere una nuova mobilità “Animal Friendly” “: parte il nuovo servizio di Trenitalia dedicato ai clienti che scelgono di viaggiare con le Frecce e gli Eurostar e che vogliono portare con sé i propri cani, di qualsiasi taglia.
A partire dal 25 luglio gli amici a quattro zampe potranno, infatti, salire anche a bordo di Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca ed Eurostar Italia, oltre ai treni attualmente previsti (Intercity e Notte), sia in 1ª che in 2ª classe e nei livelli di servizio Business e Standard, ad eccezione dei livelli Executive, Premium, Area del silenzio e salottini. Da quel giorno infatti si potranno prenotare e acquistare i biglietti presentandosi direttamente in agenzia o in biglietteria.
L’iniziativa intende facilitare la vita quotidiana dei milioni di italiani che vivono con un animale domestico, promuovendo una cultura sempre più “Animal Friendly”, e allo stesso tempo, anche attraverso opportune campagne di comunicazione, garantire un contributo al contrasto del deplorevole fenomeno dell’abbandono e del randagismo.
Museruola e guinzaglio, certificato di iscrizione all’anagrafe canina (per i cittadini stranieri l’apposito passaporto del cane) e libretto sanitario: questo il kit da predisporre prima di iniziare il viaggio. L’amico a quattro zampe potrà viaggiare in 1ª e 2ª classe e nei livelli Business e Standard e il proprietario dovrà acquistare un biglietto prezzo Base (previsto per il treno utilizzato) ridotto del 50%. Fanno eccezione i cani guida per non vedenti che possono, invece, viaggiare su tutti i treni gratuitamente e senza alcun obbligo.
Il biglietto per il trasporto del cane può essere acquistato nelle biglietterie e nelle agenzie abilitate, collegandolo a quello dell’accompagnatore ed è valido solo se utilizzato per il treno ed il giorno prenotato. Nel caso in cui si decide di viaggiare con l’amico a quattro zampe, dopo aver già acquistato un biglietto, è necessario effettuare il cambio e congiuntamente acquistare il biglietto anche per il cane.  Gli animali di piccola taglia, custoditi nell’apposito trasportino, continueranno a poter viaggiare gratuitamente su tutti i treni del parco Trenitalia, così come avvenuto fino ad oggi.
L’accordo prevede, inoltre, l’opportuna formazione del personale ferroviario, anche attraverso il diretto coinvolgimento delle associazioni animaliste aderenti alla Federazione – Chiliamacisegua , ENPA, LAV, Lega del Cane, LEIDAA, Noi Animali, OIPA, SOS levrieri – circa le specifiche modalità di gestione e rapporto con gli animali in viaggio e le relative necessità di specie, e l’individuazione nelle stazioni ferroviarie di punti di accoglienza dotati di servizi per i turisti a 4 zampe. A cura di FS Italiane


… e NTV controbatte con questo comunicato

Viva la concorrenza

Da banditi a star, anche per Fido la ruota gira
Insolito destino quello dei cani taglia “XXL”. Fino a ieri ospiti indesiderati sui treni: danno fastidio, abbaiano, sono irrequieti, portano le pulci, e chi più ne ha ne metta. E’ bastato poco poco che NTV studiasse una soluzione moderna, incontrasse le più rappresentative e serie realtà animalistiche italiane, organizzasse il gran debutto per ospitarli finalmente a bordo, che “zac”, da indesiderati gli amici a quattro zampe si sono ritrovati all’improvviso le star delle Ferrovie: passerella d’onore sul Frecciarossa e riflettori puntati. Chapeau! L’esilio è finito. Evviva gli amici più fidati dell’uomo. E viva la concorrenza.

In soffitta la lotta di classe
Italo mette in soffitta l’antica distinzione in “classi”, perché ritiene che ogni viaggiatore Ntv debba godere il massimo del comfort. E non debba percepirsi come una persona “diversa”. Risponde a questa filosofia l’introduzione dei tre ambienti e dei cinque modi di viaggiare: cambia il servizio, non la qualità del viaggio. L’innovazione piace. E così, a ridosso della partenza di Italo, Trenitalia decide di uniformarsi al nuovo e moderno approccio. Come? Dopo anni di onorato servizio si sbarazza della prima e della seconda classe e vara in tutta fretta i “quattro livelli di servizio”. Viva la concorrenza.
Guerre di treni o guerre stellari
Italo è un treno di ultima generazione, è costruito con le tecnologie più moderne d’Europa e deriva dal prototipo AGV detentore del primato mondiale di velocità (574,8 km/h). È omologato per raggiungere i 360 km/h e la sua leadership tecnologica è un dato oggettivo, non replicabile, almeno nell’immediato. E così per non rinunciare alla bandiera del “più, più, più”, Trenitalia si precipita a ordinare un nuovo treno, e annuncia subito in tutto il mondo il prossimo, fantasmagorico, lancio del “treno del futuro”, capace di viaggiare a 400 km orari. Per il momento il presunto neoprimatista mondiale è solo un modello. Ma bullone dopo bullone, tra qualche anno, crescerà.  E chissà, nel frattempo magari NTV, forse, si starà attrezzando per lanciare il treno più moderno …. dell’universo. In ogni caso a beneficiare di questa corsa al prodotto più innovativo è sempre il viaggiatore. Anche qui, viva la concorrenza.
Più che un prezzo, una lotteria….
Fino a qualche mese fa dentro i prezzi di tante compagnie di trasporto si scopriva la “sorpresa”, acquistare un biglietto era come giocare alla lotteria: palla nera prezzo alto, palla bianca prezzo in offerta. Si viaggiava da “tot euro in su”, fino alla tombola, a seconda della giornata. Un rebus leggermente snervante per il cliente. Poi è arrivato Italo, con offerte chiare, semplici e trasparenti. E, soprattutto, prevedibili. Si fondano sul diverso grado di flessibilità del rimborso e modifica del biglietto e il Viaggiatore può scegliere tra: base, economy e low cost. Una ventata di chiarezza che scombussola il panorama dei competitor. E che spinge, Trenitalia prima, Alitalia dopo, ad adeguarsi (anche se l’ex monopolista ferroviario la prende un po’ troppo alla lettera e clona quasi integralmente il nome delle tariffe scelte da NTV). L’importante è che i consumatori abbiano ora a disposizione offerte più chiare e convenienti. Di nuovo, viva la concorrenza.
Il treno che ferma sotto casa
Le stazioni nel cuore delle città rispondevano a una logica oggi superata. NTV ha deciso di innovare anche in questo, portando i suoi treni il più possibile sotto casa, nei quartieri più popolosi delle cinture limitrofe al centro. Una filosofia che sposa a Roma (dove punta sulle stazioni Tiburtina, Tuscolana e Ostiense), come a Torino (dove punta su Porta Susa e Lingotto) come a Milano (dove punta sulle stazioni di Porta Garibaldi e Rogoredo). Rogoredo, strategica per servire i tanti comuni della cintura, si dimostra subito una  scelta molto apprezzata dai viaggiatori. E da Trenitalia, che dopo anni di scarso utilizzo, improvvisamente la scopre e ne fa oggetto di campagna pubblicitaria, e di nuovi collegamenti. Ottima soluzione per chi sceglie l’Alta velocità ma non è più obbligato a recarsi comunque nel centro di Milano. Ancora, e di nuovo, viva la concorrenza. (Continua alla prossima puntata, nella speranza che arrivi….la concorrenza anche per i treni regionali). A cura Ufficio Stampa NTV


 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO N. 128
EUR 6.90
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 320 - Luglio/Agosto 2017
EUR 10.90
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale