Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Gara d’appalto per l’interconnessione tra la Torino-Ceres e il passante ferroviario

“Abbiamo affidato a SCR la gestione della gara d’appalto per i lavori dell’interconnessione tra la linea ferroviaria Torino-Ceres e il passante ferroviario, all’altezza di stazione Rebaudengo – spiega l’assessore regionale ai Trasporti Barbara Bonino – Un’opera da 162 milioni di euro, finanziata con 20 milioni di euro del Governo per le opere di prima fase del nodo di Torino e 142 milioni restanti di fondi Fas regionali. Sarà un appalto integrato, che prevederà quindi non solo la realizzazione dell’opera, ma anche la stesura del progetto esecutivo. Al termine dei lavori, l’area metropolitana avrà finalmente un servizio rapido ed efficiente che consentirà di collegare direttamente la stazione di Porta Susa con l’aeroporto di Caselle in poco meno di mezz’ora. Così come avviene già a Roma e Milano per Fiumicino e Malpensa”. L’assessore risponde anche alle critiche sollevate in sede di commissione da alcuni consiglieri regionali sull’affidamento ad SCR del bando di gara. “Spiace constatare che ancora una volta il Pd e Progett’azione si attestino in maniera strumentale su battaglie di retroguardia – aggiunge – La loro ostilità nei confronti di Scr è anacronistica: la spending review del Governo affida un ruolo cruciale alle centrali regionali per gli appalti e loro continuano in questa battaglia retroguardia”. Il progetto prevede la realizzazione di una galleria elettrificata a doppio binario di 2,7 chilometri dalla stazione Rebaudengo del passante ferroviario fino al tratto esistente della Torino-Ceres in corrispondenza di largo Grosseto, dove verrà abbattuto il cavalcavia per far posto ad un’ampia rotatoria e al sottopasso veicolare a due corsie per la direttrice prevalente di traffico Corso Grosseto-Corso Potenza. L’opera nel suo complesso prevede anche il completamento di stazione Rebaudengo e la realizzazione della fermata ferroviaria Grosseto, che sostituirà quella di Madonna di Campagna della linea Torino-Ceres. La durata stimata dei lavori è di circa tre anni.

NdR: un’opera che doveva essere pensata e realizzata in fase di costruzione del passante ferroviario, un grave errore di progettualità che oggi costa alla comunità una cifra spropositata ma necessaria a mettere una “pezza” al “prosciutto sugli occhi” dei politici locali che si sono avvicendati tra Regione Piemonte ed enti locali negli ultimi vent’anni. Soldi in più che vengono spesi e che oggi sarebbero stati più utili per l’investimento nei servizi ferroviari di questa regione d’Italia che sta andando ferroviariamente a pezzi: ci si augura che finita l’opera ci siano i soldi per garantire i servizi ferroviari tra l’aeroporto e le stazioni torinesi. Altrimenti sarà un’altra storia all’italiana di belle ma inutilizzate opere.

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

tutto TRENO N. 319 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
TTM Extra n°7
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO & Storia n° 37
EUR 9.50
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale