Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Castelvetrano: recupero del Deposito Locomotive FS

Castelvetrano 2 ottobre 2012 – Tutela per l’area dello scartamento ridotto nel comune di Castelvetrano che ha inserito nella Proposta di Contratto di Valorizzazione Urbana che inoltrerà per la partecipazione al Bando Pubblico “Piano Nazionale per le Città”, indetto dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’area del deposito locomotive della stazione ferroviaria. Per tale motivo, essa sarà oggetto di variante urbanistica al Piano Regolatore Generale, finalizzata alla proposta di trasformazione urbana, con la previsione, tra gli altri nuovi insediamenti ed interventi infrastrutturali, della creazione di uno spazio museale destinato alla Ferrovia.
Come è noto, l’area del deposito locomotive di Castelvetrano riveste un notevole interesse dal punto di vista della storia ferroviaria siciliana, in quanto è stata per decenni il principale centro di scambio tra la rete FS a scartamento ordinario e la rete complementare a scartamento ridotto della Sicilia.  In essa si conservano tuttora significative vestigia dell’epoca d’oro in cui l’attività del deposito e delle officine rappresentavano il principale polo lavorativo attorno al quale la Città di Castelvetrano si è sviluppata: le rimesse a scartamento ordinario, ridotto ed a doppio scartamento, la piattaforma girevole a doppio scartamento e la piccola piattaforma a scartamento ridotto per le R.302, il rifornitore di acqua e il rifornitore di nafta.


Il percorso che ha portato a questo importante passaggio amministrativo è iniziato con la precedente amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Dott. Giovanni Pompeo, che ha colto la validità delle proposte formulate dall’Associazione TrenoD.O.C., sottoscrivendo, nell’aprile del 2010, un Protocollo d’Intesa, finalizzato al ritorno dell’esercizio sulla linea a scartamento ridotto da Castelvetrano al Parco Archeologico di Selinunte sino alla Foce del Belìce. La condivisione di tale obiettivo, come dimostrano le recenti determinazioni, è stata condivisa anche dalla nuova amministrazione guidata dal Sindaco Avv. Felice Errante. L’area del museo, infatti, nelle proposte di TrenoD.O.C. potrà divenire funzionale all’esercizio della linea ad essa raccordata, cosa che consentirà dicreare in futuro a Castelvetrano un polo museale ferroviario dalle connotazioni uniche, in quanto il materiale rotabile in esso preservato ed esposto al pubblico sarà anche utilizzato per la effettuazione di corse di breve e lungo raggio, per la gioia degli appassionati e dei turisti. Fonte TrenoD.O.C.



 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO 127
EUR 7.30
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 316 - Marzo 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENo Modellismo n° 69 Marzo 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
4°Fascicolo Locomotive Elletriche
EUR 12.00
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale