Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

AnsaldoBreda: cambio di marcia?

Pistoia 19  novembre 2012 – Aumento della produzione, treni consegnati secondo le nuove direttive impartite, più di 140 milioni di euro risparmiati, metà del vecchio management mandato a casa, zero ore di cassa integrazione nel 2012, ridotto il rischio su penali relative a contratti delle precedenti gestioni per circa 200 milioni di euro: sono questi i numeri più significativi del nuovo corso di AnsaldoBreda. Numeri che Maurizio Manfellotto, amministratore delegato di AB, ha deciso di illustrare a tutti i lavoratori dell’azienda nel corso del town hall, l’incontro periodico che ha deciso di organizzare per parlare direttamente ai (e con i) dipendenti.

La situazione di AnsaldoBreda, da circa un anno a questa parte, è profondamente cambiata anche grazie all’efficace supporto di BCG. “Le criticità non sono terminate – ha detto Manfellotto – e tutt’ora non siamo fuori dal momento difficile. Ma, se ci guardiamo indietro, non possiamo non notare – e sottolineare – che sono stati fatti grandi passi in avanti, da parte di tutti”.

Ecco allora i numeri di questo cambio di rotta: per quanto riguarda la commessa “Vivalto” la carpenteria ha oggi 3 nuovi siti ed un allestimento potenziato con doppie linee produttive. Delle 3 casse costruite a gennaio di quest’anno, si è passati a 58 casse fino a ottobre, con una media di 6 casse al mese.

Per quanto attiene al treno AV V250 (in servizio in Belgio e Olanda) è stata quadruplicata la velocità di produzione di un treno. Se a luglio 2012 si era 7.8 mesi a convoglio, oggi si è scesi a 2 mesi.

Nelle quattro fabbriche di AB si è avviato un forte piano di internalizzazione delle produzioni, aumentando il rate produttivo dei quattro stabilimenti (Pistoia, Napoli, Reggio Calabria e Palermo), riportando dunque dentro i volumi dati in passato a terzi, che ha comportato 277 mila ore in più di lavoro distribuito prevalentemente sulle commesse di Roma C, Fortaleza, TSR, Jumbo Tram, MI5, V250, IC2/IC4, Vivalto. Tutto ciò ha evitato il ricorso alla cassa integrazione. In un solo anno sono stati consegnati 20 treni IC2/IC4 al cliente danese, a fronte dei 60 in 10 anni…

Il Piano EOS (Evoluzione Orgoglio Successo) di risanamento e rilancio dell’azienda ha generato oltre 140 milioni di euro di risparmi reali. In merito, poi, al rapporto con fornitori, quest’anno AnsaldoBreda ha pagato di più, anche se finora ha incassato di meno. Nello specifico ha aumentato del 29% i pagamenti rispetto al 2011. Fin qui i risultati conseguiti. Anche se ancora molto c’è da fare.

Dobbiamo continuare sulla strada intrapresa – ha sottolineato Manfellotto – e migliorare per migliorarci. Noi crediamo nel rilancio di AB attraverso quattro impegni concreti: investimenti negli impianti produttivi (più di 80 milioni ad oggi e 90 ulteriori previsti entro il 2014 ndr), razionalizzazione delle piattaforme-prodotto (da 18 a 11), uno sviluppo commerciale mirato, sviluppo delle competenze, meritocrazia e impegno con giovani talenti”.

Tali risultati e politiche di investimento consentono di avere buone prospettive della capacità produttiva per tutto il 2013”. Fonte AnsaldoBreda

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Modelli AUTO N. 128
EUR 6.90
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 320 - Luglio/Agosto 2017
EUR 10.90
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale