Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Trenitalia: Operazione Treni Puliti in mostra a Bolzano

Bolzano, 6 novembre 2012 – Presentata questa mattina a Bolzano  “Operazione treni puliti”, la mostra video-fotografica sulle soluzioni adottate da Trenitalia Trentino Alto Adige per il decoro e la pulizia dei treni regionali. Presente il Direttore Provinciale del Trasporto Regionale di Trenitalia, Roger Hopfinger.
Allestita nell’atrio della stazione FS, sarà visitabile fino  al 9 novembre, tutti i giorni dalle 9.00 alle 18.00.
L’esposizione ripercorre un processo iniziato circa tre anni fa e illustra l’evoluzione delle tecniche di pulizia adottate chiarendo – attraverso immagini, cifre e costi – l’impegno di Trenitalia e presentando le innovazioni tecnologiche e di processo introdotte.
L’obiettivo del racconto video-fotografico è anche evidenziare l’incidenza economica e sociale degli atti vandalici (rottura vetri e plafoniere, tagli e scritte ai sedili, scarico di estintori, ecc.) e di inciviltà (scarpe sui sedili, rifiuti abbandonati in treno, ecc.) che comportano grossi sprechi di tempo e di denaro, “rubati” alle attività migliorative del servizio.
Le Direzioni Provinciali di Trenitalia di Bolzano e Trento per la pulizia e il decoro dei treni impegnano 35 persone fra propri dipendenti e quelli delle imprese, per un totale annuo di 53 mila ore di lavoro, 24 mila interventi di pulizia e 1.900 controlli di qualità.
A partire dal 2011 Trenitalia ha investito 700 mila euro per le operazioni di decoro: applicazione ai sedili di tutte le carrozze nuove coperture in ecopelle, sostituzione delle pellicole esterne degradate e restyling dei servizi igienici.
Sempre nel 2011 per la riparazione dei danni da atti vandalici sono state sostenute spese per 82 mila euro, di cui 14 mila per la rimozione di 3.900 mq di graffiti, 50 mila euro per il “fermo vetture” (lo stop dei treni nelle officine), 8 mila euro per lo smaltimento dei rifiuti speciali, 10 mila euro per il reintegro del materiale danneggiato (foderine in ecopelle, arredi, pellicolature) e la manodopera.
A questi occorre aggiungere i costi ambientali: basti pensare che per rimuovere 2.000 metri quadri di graffiti occorrono circa 200 ore di fermo del treno, 1.250 kg di prodotti chimici e 40.000 di litri di acqua. Per non parlare del danno diretto ai viaggiatori che trovano il loro treno con un numero inferiore di posti, per l’assenza delle carrozze ferme in officina.
L’abbattimento del fenomeno farebbe “guadagnare” 1.000 ore di lavoro a favore del miglioramento della qualità e di interventi più capillari, restituendo un servizio di cui beneficerebbe tutta la clientela. Sarebbero inoltre ridotti del 100% l’utilizzo dei prodotti chimici, dell’11% le emissioni di CO2, del 10% i rifiuti speciali oltre alla quantità di acqua consumata, riferite alle normali attività di pulizia. Fonte FS Italiane

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

tutto TRENO N. 319 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO Modellismo N. 70 - Giugno 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
TTM Extra n°7
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO & Storia n° 37
EUR 9.50
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale