Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Firma del Contratto istituzionale di sviluppo per il completamento della direttrice ferroviaria “Messina-Catania-Palermo”

Giovedì 28 febbraio 2013 è stato firmato a Roma dai ministri Corrado Passera e Fabrizio Barca, dal presidente della Regione Siciliana Rosario Crocetta e dagli Amministratori delegati di F.S. Mauro Moretti, e di R.F.I Michele Mario Elia il Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) per la realizzazione della direttrice ferroviaria “Messina-Catania-Palermo”.
Gli interventi previsti nel Contratto permetteranno di conseguire tre importanti  risultati:
• ridurre i tempi di percorrenza e migliorarela  qualità del servizio fra tre importanti aree metropolitane della Sicilia.
• migliorare l’accessibilità delle aree interne della Sicilia centrale e della Sicilia meridionale ai grandi centri metropolitani;
• una maggiore efficienza dei nodi ferroviari di Catania e Palermo.
Gli interventi previsti sulla rete ferroviaria RFI attuale sono concentrati sulle tre principali linee del triangolo Messina – Catania – Palermo e sui nodi di Palermo e Catania
Sulla Messina – Catania il raddoppio della tratta di 42 km fra Giampilieri e Fiumefreddo consente di completare il raddoppio della linea, con conseguente aumento della capacità potenziale e della velocità di percorrenza prevista di 200 km/h
Nel nodo di Catania è previsto il completamento della Catania Ognina – Catania centrale, l’interramento della stazione centrale con 5 binari in sotterraneo ed il raddoppio della tratta bivio Zurria – Aquicella, un nuovo impianto polifunzionale di Bicocca con accentramento della gestione merci e manutentiva, le nuove fermate metropolitane di Acireale, Acicastello ed Europa seconda fase (la prima fase di Europa è in realizzazione nell’ambito dell’intervento Catania Ognina – Catania Centrale), una nuova fermata a servizio dell’aeroporto di Catania Fontanarossa, la  nuova stazione di Bicocca con attestamento del servizio metropolitano regionale e 1,5 Km di linea parte interrata e parte in trincea tra Catania centrale e Bivio Zurria
Sulla Catania – Palermo la tratta Bicocca – Catenanuova, costituisce la prima fase funzionale del nuovo collegamento ferroviario veloce. Il progetto prevede il raddoppio della linea tra la stazione di Bicocca e Catenanuova per un estesa di 38,3 km, di cui circa 26,7 km in affiancamento al binario esistente e circa 11,6 km in variante. La tratta Catenanuova – Raddusa – Agira si svilupperà da Catenanuova con un tracciato a doppio binario, parte in variante e parte in affiancamento e sovrapposizione all’attuale linea, di circa 16 km  fino alla stazione ferroviaria di Raddusa – Alira. La velocizzazione di circa 25 km di linea della tratta fra Roccapalumba e Fiumefreddo consentirà di elevare la velocità da 85 -90 km/h a 120 km/h. Questi interenti, che saranno completati entro il 2020, farebbero scendere da 2h e 45m a 2h e 25m il tempo di percorrenza da Palermo a Catania. Per quanto riguarda la tratta Raddusa – Enna – Fiumetorto è prevista la rapida realizzazione di uno studio di fattibilità, per valutare tre soluzioni alternative: 1) riqualificazione della linea ferroviaria esistente; 2)variante di tracciato Enna – Pollina – Castelbuono; 3) variante di tracciato contigua all’asse autostradale Catania – Palermo.
Sulla Palermo – Messina e sulla Palermo – Siracusa sono previsti, nei tratti a singolo binario, interventi di velocizzazione degli itinerari nelle stazioni sedi di incrocio tramite deviate  di ingresso/uscita a 60 Km/h,
Infine gli interventi previsti nel nodo di Palermo sono finalizzati al completamento del passante ferroviario che permetterà il collegamento con l’aeroporto con un servizio suburbano di tipo metropolitano. A cura di Paolo Simon

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

tutto TRENO N° 317 Aprile 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tutto TRENO & Storia n° 37
EUR 9.50
Dettagli [...]
Modelli AUTO 127
EUR 7.30
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale