Contatti Forum Facebook Twitter Linkedin Blog  
 

QUESTO MESE IN EDICOLA

tuttoTRENO Modellismo n° 91 - settembre 2022
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO n° 375 - settembre 2022
EUR 7.50
Dettagli [...]
 
SHOP ON LINE
VISITA IL NOSTRO STORE
Abbonamenti riviste
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti
 
 






 

News

Libera circolazione tra Trentino e Alto Adige

La E 464 080 con un servizio Regionale lungo la Val Pusteria. (Valdaora, 08/09/2009; Alberto Tomè / tuttoTreno)
La E 464 080 con un servizio Regionale lungo la Val Pusteria. (Valdaora, 08/09/2009; Alberto Tomè / tuttoTreno)

Per consentire agli altoatesini e ai trentini di conoscere ancora meglio la provincia limitrofa, le due Giunte hanno studiato un’offerta particolare: nei fine settimana, nei festivi e nei prefestivi la vicina Provincia potrà essere raggiunta viaggiando gratuitamente in autobus e treno. Unici presupposti: la residenza nella Provincia di partenza e l’arrivo in treno in quella confinante.

Le novità concordate tra gli Assessorati provinciali alla mobilità sono entrate in vigore con l’orario autunnale e hanno un chiaro obiettivo: “Vogliamo invitare i nostri concittadini a tenere conto, quando pianificano qualche escursione nel fine settimana, della vicina Provincia e della possibilità di utilizzare i mezzi pubblici”, sintetizza l’assessore Thomas Widmann. Nel concreto, chi risiede in Alto Adige o in Trentino ha l’opportunità di viaggiare gratuitamente sui mezzi pubblici dell’altra Provincia – ad esclusione del treno tra Bolzano e Trento – il sabato, la domenica, nei festivi e nei prefestivi. Questo a patto che l’utente giunga nella vicina Provincia con un mezzo pubblico e non privato.

Agli sportelli della stazione di Trento, l’altoatesino dovrà mostrare un documento di identità e il biglietto del mezzo pubblico con cui è arrivato nella stessa giornata. In cambio riceve una carta giornaliera che lo autorizza all’uso gratuito di tutti i mezzi pubblici del Trentino. Da Trento, ad esempio, può quindi spostarsi gratis con i bus urbani, raggiungere Malé in treno, il lago di Garda in autobus o viaggiare, sempre senza pagare, sulla ferrovia della Valsugana. Non ha diritto a ticket gratuito chi arriva con un abbonamento (studenti, anziani, Abo+) o con le carte valori, che possono essere utilizzati solo per il viaggio di ritorno in Alto Adige.

Lo scambio viene semplificato anche dall’integrazione dei sistemi tariffari sulle tratte ferroviarie e degli autobus. “Sulla tratta ferroviaria Ora-Trento e sulla linea di bus Ora-Penia gli utenti possono quindi viaggiare con un unico biglietto fino a destinazione nella vicina Provincia”, spiega Widmann. Tra Ora e Penia è stata regolamentata ex novo anche la competenza della tratta: la SAD viaggia d’ora in poi solo fino a Cavalese e chi intende proseguire deve servirsi da Cavalese degli autobus della Trentino Trasporti. Sono state inoltre concordate le coincidenze, sia da Cavalese che da Ora per i treni verso Bolzano o Trento.

Infine è stato ampliato anche il servizio di trasporto nelle ore serali: l’autobus da Ora a Cavalese con partenza alle 19.30 viene sostituito da due corse alle 19.10 e alle 20.10. In direzione opposta è stata introdotta una corsa aggiuntiva alle 19.01. Fonte: Uffici Stampa delle Provincie di Trento e Bolzano

 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
La sede
Contatti

LE ULTIME DA...

tuttoTRENO
tuttoTRENO Modellismo
 

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi