Carrello Contatti Forum Facebook Twitter  
 
 
 
SHOP
VISITA IL NUOVO STORE
Abbonamenti riviste
Abbonamenti riviste digitali
Libri
DVD
Kit e accessori
Calendari
Arretrati
Monografie modelli auto
Monografie a tema
Monografie TTM Extra
Modelli promozionali
Download PDF
Download PDF gratuiti
Ricerca prodotti

COMMUNITY DUEGI

Entra nel Forum
Sondaggio
Fotogallery
Link
Appuntamenti
Negozi
 

LE ULTIME DA...

Tutto Treno
Tutto Treno Modellismo
Modelli Auto
 
A PROPOSITO DI DUEGI...
Duegi Story
Conosci la Redazione
Programma Editoriale
La sede
Contatti
Comunicati stampa
 
 
 
 
 

News

Campania copia Piemonte: chiudono due linee, Avellino senza ferrovia

Napoli 7 settembre 2012 – La scopiazzatura da parte della Regione Campania della devastante operazione di chiusura linee, portata a compimento dalla Regione Piemonte a giugno scorso, ha inizio domenica prossima. Infatti domani 8 settembre sarà l’ultimo giorno di esercizio delle linee Torre Annunziata–Castellamare di Stabia e Mercato San Severino-Avellino–Benevento. In questa maniera Avellino è tagliata fuori dal sistema ferroviario nazionale ma il servizio per i viaggiatori verrà notevolmente migliorato: infatti sulla Avellino–Benevento si passa da 10 coppie di treni a 7 di bus!!! Mentre in Piemonte questa operazione è stata fatta passare come un mero risparmio economico in Campania sono andati oltre facendo passare la chiusura della Torre Annunziata–Castellamare di Stabia come la liberazione della cittadina stabiese dal giogo della ferrovia intesa come passaggi a livello: ora i cittadini non saranno più costretti a lunghe attese ai p.l. ma che i passeggeri della ferrovia impieghino con il bus 8 minuti in più (treno 12′, bus 20′, + 66% di percorrenza) evidentemente interessa poco al Sindaco di Castellamare, il più accanito sostenitore della nefandezza trasportistica che si sta per compiere. In un paese che deve risollevarsi dalla crisi economica chiudere le ferrovie è segno, a pensar bene, di miopia politica ma forse è peggio la realtà: quando l’Assessore Regionale alla Mobilità Vetrella in un pubblico dibattito ha definito coloro che vogliono salvare la ferrovia Avellino–Rocchetta S.A. e, ora, anche il sistema ferroviario irpino definendoli “bimbi scemi” è chiaro che parlare di miopia politica è riduttivo. A cura di Marco Bruzzo

 

Carrello

QUESTO MESE IN EDICOLA

Fascicolo Locomotive Trifase
EUR 12.00
Dettagli [...]
tutto TRENO N. 322 - Ottobre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO Modellismo N. 71 - Settembre 2017
EUR 7.50
Dettagli [...]
tuttoTRENO N. 321 - Settembre 2017
EUR 9.80
Dettagli [...]
tutto TRENO TEMA N. 32 - SIEMENS
EUR 12.00
Dettagli [...]
 
Duegi Editrice - Abbonati alla rivista digitale